Missione Girasole ad Arduino Day 2018 Taranto

Arduino Day

 

Nella giornata di Sabato 12 Maggio 2018, si è tenuto un altro appuntamento dell’Arduino Day in tutto il mondo, sopra sulla mappa le città del mondo in cui è stato presentato un Arduino Day. Da alcuni anni, la community di maker mondiali si dà appuntamento per un giorno all’anno, per fare il punto sull’avanzamento delle tecnologie open source messe a disposizione dal famoso microprocessore inventato dall’italiano Massimo Banzi e diventato un punto di riferimento per la community di maker (spesso Linux oriented) mondiale. Da alcuni anni si assiste a un connubio di progetti che presentano app didattiche, educative, territoriali, turistiche, stampanti 3d che sono sempre più performanti a costi sempre meno proibitivi, e soprattutto realizzazioni di prototipi con microprocessore arduino, che permettono ormai di spaziare con la fantasia per le innumerevoli applicazioni non solo ludiche, ma ormai sdoganate nel campo della domotica amatoriale per la casa e per attività commerciali.

Quest’anno nella location della Camera di Commercio di Taranto, eravamo presenti con un’installazione realizzata dalla nostra associazione Missione Girasole, progettata dal portentoso maker tarantino Fabio Casciabanca, che è riuscito a coniugare in un’unica installazione, un’app di edutainment sul ponte girevole, realizzata con Mit App Inventor , un ponte girevole simbolo della città di Taranto realizzato con una stampante 3d, e comandato tramite bluetooth app con un controller arduino.

All’evento hanno partecipato numerose scuole di Taranto e provincia, in qualità sia di espositori che di visitatori, ma non possiamo non notare, una carenza sotto il profilo mediatico dell’inziativa, che è stata circoscritta agli addetti ai lavori, e sebbene ospitata nel “salotto buono” della Camera di Commercio di Taranto, ha visto pochi stakeholder economici, potenzialmente fruitori di queste tecnologie partecipare. Infatti dai primi anni in cui l’aspetto ludico era dominante, auspichiamo un passaggio, sempre mantenendo il fondamentale aspetto del gioco, alla traduzione di servizi per le attività del territorio, sia per l’inclusione sociale di soggetti da abilitare, sia per creare forme esperienziali nuove nelle attività commerciali, delle vere e proprie interazioni sociali che sono il mantra di Missione Girasole.

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *